Visita al MECSPE di Parma e allo stand della rete di imprese OPERATECH

Questo post è un po’ diverso dagli altri perché anziché illustrare una legge, un istituto giuridico oppure una sentenza, racconta una visita al MECPSE, la Fiera di Parma dedicata alle “Tecnologie per l’innovazione – Industrie 4.0” che si svolge in questi giorni, più precisamente dal 23 al 25 marzo 2017:  http://www.mecspe.com/.

Il MECSPE 2017 si presenta come una fiera di dimensioni ragguardevoli: gli oltre 1800 espositori hanno occupato 7 padiglioni della Fiera di Parma con il meglio della tecnologia applicata all’industria dei nostri giorni. Ben 11 aree tematiche tra cui ricordiamo la manifattura additiva, fabbrica digitale, logistica, subfornitura elettronica e meccanica, macchine utensili e trattamenti e finiture. Visitare il MECSPE significa tuffarsi in quella rivoluzione della manifattura digitale che ormai tutti chiamano Industria 4.0 e poter osservare da vicino, per esempio, robot dai movimenti velocissimi ma molto precisi eseguire le più svariate operazioni, magazzini totalmente automatizzati grandi come palazzine di 4 piani, prototipatura di ultima generazione, software avanzatissimi in grado di controllare da remoto operazioni industriali molto complesse e di raccogliere ed elaborare alla massima velocità i relativi dati.

Uno degli stand più belli di tutta il MECSPE è sicuramente quello di Operatech, rete di imprese con soggettività giuridica attiva nella filiera della produzione industriale avanzata, con cui ho il piacere e l’onore di condividere un percorso di crescita e sviluppo che sicuramente farà parlare di sé a lungo nei prossimi anni http://www.operatech.it/ .

Ringrazio Marco Venturi, manager della rete Operatech, e tutte le imprese di Operatech per avermi invitato i retisti e per saper interpretare così bene la rete di imprese, uno strumento molto importante per il futuro dell’economia italiana.

 

Lo Stand di Operatech

Lo Stand di Operatech

Lo Stand di Operatech

Lo Stand di Operatech

Marco Venturi e Fabrizio Garaffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *