Cassazione: al Tribunale ordinario e non alle Sezioni specializzate la lesione in materia di know how

Molto interessante il principio espresso dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza 9 maggio 2017, n. 11309, soprattutto perché fa chiarezza sul riparto di competenze tra il Tribunale ordinario e la Sezione specializzata per l’impresa in materia di know how.
Secondo i giudici, quindi, è competente la sezione ordinaria del Tribunale e non la sezione specializzata in materia di impresa, nel caso di una domanda di accertamento di una ipotesi di concorrenza sleale (nella specie, sotto forma di “storno di dirigenti”) in cui l’ipotizzata lesione degli interessi riguardi informazioni aziendali, processi ed esperienze tecnico-industriali e commerciali (know-how aziendale, in senso ampio), ossia la fattispecie lesiva sia commessa senza privative o di altri diritti di proprietà intellettuale, direttamente o indirettamente risultanti quali elementi costitutivi o relativi all’accertamento dell’illecito concorrenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *